oltre il silenzio dello sguardo del Gatto Siberiano

Commenti: Nessun Commento

Il Gatto è un felino 

1fisico da gatto

Alla famiglia dei felini appartengono animali grandi, come il leone, il puma ed il Gatto selvatico.

2fisico da gatto

La distinzione originaria tra questi due gruppi si basava non solo sulla taglia, ma anche sul verso caratteristico – i grandi felini ruggiscono, i piccoli fanno le fusa – perchè l’osso ioide che unisce la lingua al palato è rigido nei piccoli felini e flessibile nei grandi.

3fisico da gatto

Un’altra differenza è che i grandi felini in genere mangiano sdraiati, mentre i piccoli cioè i nostri Gatti, sulle quattro zampe.

4fisico da gatto

Per quanto somigliante a molti altri membri della stessa famiglia, l’antenato di tutti i Gatti domestici è il Gatto selvatico africano e per questo i Gatti presentano tigrature che sono strisce alternate chiare e scure.

5fisico da gatto

Sebbene tutti i Gatti conservino il gene tigrato (TABBY), talvolta geni mutati possono mascherarlo al punto da far apparire il mantello di altro disegno o colore.

6fisico da gatto

Le mutazioni che hanno portato ad un colore unico o a diversi motivi sul mantello sono sempre avvenute naturalmente.

7fisico da gatto

In centinaia di anni, gli allevatori hanno sperimentato usando queste varianti naturali, accentuando e ridefinendo tratti selezionati per creare pedigree o Gatti di razza pura con colori e forme stabilite.

8fisico da gatto

Non c’è nulla di imperfetto in questo incredibile felino

9fisico da gatto

Nel tempo, il Gatto ha mutato il suo corpo per adattarsi alle condizioni climatiche dei vari ambienti in cui si è insediato e ha plasmato il suo spirito per avvicinarsi sempre di più all’uomo.

10fisico da gatto

Non si può apprezzare realmente un Gatto se non si tiene conto del fatto che un Gatto è un cacciatore per natura.

11fisico da gatto

E’ sufficiente osservare un Gatto in azione per ammirare la perfezione assoluta di un corpo nato per cacciare.

12fisico da gatto

Ogni parte del corpo del Gatto si è sviluppata essenzialmente per questo scopo:

  • le unghie retrattili gli permettono, all’occorrenza, di correre velocemente o di avere a disposizione una serie di affilatissime armi
  • la coda lo aiuta a mantenere l’equilibrio quando spicca un salto o si arrampica
  • le vibrissime vengono usate per muoversi attraverso spazi angusti e per “tastare” l’ambiente circostante prima ancora di poterlo vedere
  • la spina dorsale del Gatto è morbida e flessuosa e gli permette di passare attraverso spazi incredibilmente stretti
  • il finissimo udito lo avverte anche della minima vibrazione.

 

 13fisico da gatto

La muscolatura del nostro Gatto

 

La muscolatura felina si suddivide in tre grandi gruppi:

⦁ muscoli scheletrici striati

⦁ muscoli cardiaci striati (contrazioni autonome)

⦁ cellule lisce che sono controllate dal sistema nervoso

14fisico da gatto

Il cranio e la zona cervicale presentano una muscolatura sovrapposta su più strati, mentre nella regione addominale i muscoli sono più spessi così come quelli dell’anca e della groppa.

15fisico da gatto

I muscoli rotatori delle zampe consentono un’agile pronazione e supinazione oltre a determinarne la peculiare velocità, ma le cellule muscolari feline non sono adatte a sopportare sforzi prolungati in quanto bruciano velocemente l’energia a disposizione.

Lo scheletro del mio amico Gatto

16fisico da gatto

Il Gatto deve gran parte della sua agilità al suo perfetto apparato muscolo scheletrico, che conta 280 ossa piccole e sottili quanto resistenti, oltre ai suoi 500 muscoli.

17fisico da gatto

Lo scheletro e i muscoli del Gatti sono strutturati per conferire la massima agilità, ma non Vi scordate che il suo fisico non è in grado di sopportare la fatica per tempi troppo lunghi.

18fisico da gatto

La spina dorsale del vostro Gatto possiede la stessa mobilità di quella di un serpente ed è formata da 7 vertebre cervicali, 13 toraciche, 7 lombari, 3 sacrali, 20/24 vertebre caudali.

19fisico da gatto

La cassa toracica del Gatto è invece composta da 13 costole che gli permettono di  passare attraverso spazi davvero angusti.

20fisico da gatto

Gli artigli dei Gatti sono costituiti da 41 ossa e le sue zampe terminano con cinque dita alle cui estremità troviamo gli affilati artigli che in posizione di riposo rimangono ritratti in una guaina cutanea.

21fisico da gatto

Le zampe posteriori contano solo 39 ossa e terminano in una zampa dotata di quattro dita, un garretto angolato e una lunga cresta tibiale.

22fisico da gatto

A differenza degli altri carnivori, il Gatto è digitigrato cioè poggia il peso del corpo sulle dita anzichè sul piede (plantigrato).

L’apparato digerente del mio Gatto

 23fisico da gatto

Nonostante il Gatto sia ormai addomesticato, non ha mai variato la sua dieta prettamente carnivora, vitale per il funzionamento del suo metabolismo.

24fisico da gatto

Lo stomaco del Gatto ha un ph sei volte più acido rispetto a quello dell’uomo per cui evitate di somministrargli fermenti lattici.

25fisico da gatto

La bocca del Gatto esternamente è piccola ma molto ampia all’interno.

26fisico da gatto

I Gatti si nutrono lacerando in piccoli pezzi la carne delle loro prede inghiottendone dei pezzi interi.

27fisico da gatto

La loro lingua è fornita nella parte superiore di papille cornee uncinate, utile per “raspare” il mantello ma anche per far sanguinare le ferite delle loro prede. La loro saliva serve per lavare il cibo.

28fisico da gatto

Un Gatto può mangiare anche sedici piccoli pasti al giorno perchè ha un processo digestivo molto rapido.

Semplicemente Siberiano

 29fisico da gatto

La gioia di possedere un Siberiano può essere accresciuta solo da una conoscenza più approfondita della sua storia e del suo comportamento che ci aiuti a comprendere i bisogni e le necessità del nostro  amico Gatto.

30fisico da gatto

I Siberiani anche se sono animali indipendenti, hanno bisogno di cure: amarli davvero significa conoscerli e rispettarli, anteponendo le loro esigenze ai nostri capricci!

Lascia un commento

Benvenuto , oggi è giovedì, 23 maggio 2019