oltre il silenzio dello sguardo di un Gatto Siberiano

Commenti: Nessun Commento

Gatti in calore

1gatti in calore

La primavera è la stagione degli amori e nessuno lo sa meglio di un Gatto!

La riproduzione per i Gatti maschi non è un atto scontato, infatti per un Gatto maschio l’avversario più terribile non è un maschio più grosso ma la femmina in estro che se non si sente pronta per l’accoppiamento reagisce attaccando violentemente il maschio stesso.

2gatti in caloreIl maschio Gatto corteggia la femmina in un modo violento, ma chi stabilisce le regole del gioco decidendo quando e se concedersi… e sinceramente parlando è meglio non contraddirla… è decisamente la Gatta!

3gatti in calore

Le femmine di Gatto entrano in estro proprio in primavera e fino all’autunno attirano i maschi con lunghi miagolii simili ad ululati e il loro tipico odore di richiamo.

4gatti in calore

L’estro vero e proprio riguarda quindi soltanto le femmine di Gatto mentre i maschi entrano in estro semplicemente per i richiami del messaggio sessuale inviato loro dai ferormoni femminili.

5gatti in calore

La Gattina in estro appare decisamente più loquace e affettuosa: ha voglia continuamente di coccole a cui reagisce mettendosi nella caratteristica posizione accovacciata con tanto di coda rialzata, come se fosse pronta per l’atto sessuale.

6gatti in calore

Individuare il “calore” del maschio è ancora più semplice; in quanto scompare da casa anche per diversi giorni e inizia a marcare prepotentemente il suo territorio con l’urina, che in questo periodo assume un terribile odore pungente.

7gatti in calore

Il Gatto maschio comincia a sviluppare le funzioni riproduttive verso i tre mesi, mentre la femmina diventa pubere al suo primo estro (periodo detto “calore”) che sopraggiunge in media tra i sette e i dieci mesi.

8gatti in calore

Le Gatte di casa esposte continuamente alla luce artificiale possono andare in estro anche tutto l’anno, mentre quelle che vivono all’aria aperta, vanno in estro nel periodo primaverile quando cioè le giornate si fanno più lunghe condizionate dal fotoperiodo cioè dall’esposizione più o meno prolungata al sole.

9gatti in calore

L’estro si compone di diverse fasi che comprendono il proestro (quando la Gatta è pronta per l’accoppiamento), l‘estro (quello vero e proprio… è il periodo dell’ovulazione), il diestro (periodo di stasi che dura di norma dalle due alle tre settimane), l’anestro (fine del calore).

10gatti in calore

Ciò che seduce il maschio è l’odore e non  il suo aspetto!!!

 

la Gatta s’ innamora

11gatti in calore

Appena prima dell’estro, la nostra Gatta appare inquieta o apatica e si osserva un’evidente diminuzione dell’appetito.

12gatti in calore

La femmina Gatto accentuerà le sue effusioni strofinandosi insistentemente contro le persone che conosce e rotolandosi con evidente piacere.

 13gatti in calore

Spesso, se la Gattina viene toccata, adotta la posizione accovacciata che è la tipica posa per l’accoppiamento felino.

14gatti in calore

Altri segni sono il movimento particolare delle zampe, l’aumento di urinazione.

15gatti in calore

Per attirare il maschio preferito, la femmina Gatto miagola e fa le fusa.

16gatti in calore

Per conquistare il diritto all’accoppiamento, i Gatti maschio si affrontano in estenuanti guerre di nervi: si fissano l’un l’altro minacciandosi e si studiano senza mai perdere di vista l’avversario.

17gatti in calore

Ogni Gatta che si rispetti non si concede senza farsi corteggiare!

18gatti in calore

Il corteggiamento può durare anche diverse ore, ma è tutt’altro che dolce; è costituito da molti finti attacchi e da una serie di inseguimenti, poi la femmina viene immobilizzata e presa con i denti per la collottola per farle assumere la tipica posizione accovacciata.

19gatti in calore

Il coito non dura che pochi secondi.

20gatti in calore

Non pensate però che le femmine Gatto si sottomettano!

21gatti in calore

Se il Gatto maschio sceglie il momento sbagliato  o la femmina sbagliata… son dolori e deve correre!!!! Fondamentale diventa per lui… trovare un rifugio sicuro per evitare il peggio…. cioè che venga addirittura attaccato da questa!

Nascere

22gatti in calore

Se l’accoppiamento è andato a buon fine… dopo un periodo di gestazione variabile tra i 56 e i 70 giorni nasceranno da uno a otto Gattini!!!

23gatti in calore

I primi segnali di una gravidanza si possono osservare all’incirca dopo tre settimane dall’accoppiamento e si manifestano con l’ingrossamento e la colorazione rosata assunta dai capezzoli.

24 gatti in calore

Durante la gravidanza, le Gatte godono di buone condizioni fisiche e non necessitano di cure particolari.

25gatti in calore

Una cesta o una vecchia scatola di cartone ripulita andranno benissimo per la futura mamma Gatto ed i suo Gattini.

26gatti in calore

Un’apertura sul lato le faciliterà l’accesso e uno strato di giornali renderà caldo e comodo il giaciglio.

27gatti in calore

Il giorno del parto varia tra i 56° e i 70° giorno di gravidanza, anche se la media è di 62/63 giorni.

28gatti in calore

Le future mamme Gatto che partoriscono per la prima volta sono confuse e incerte, e vi verranno a cercare…  a me cercano tutte le volte e vorrebbero addirittura partorirmi in braccio!!!

29gatti in calore

Il travaglio può durare diverse ore durante le quali le contrazioni si faranno a mano a mano sempre più ravvicinate.

30gatti in calore

All’inizio del parto il ritmo delle contrazioni aumenta fino a due al minuto.

31gatti in calore

I Gattini nascono avvolti in una membrana a sacco (placenta) che la Gatta rompe leccandola, permettendo ai Gattini di emettere il loro primo respiro; poi la mamma Gatta morde e spezza il cordone ombelicale e ne ingerisce i residui, infine lecca i neo Gattini per asciugarli e ripulirli… a volte però è talmente stanca che ad asciugarli ci devo pensare io, idem per il cordone ombelicale!!!

32gatti in calore

Storia di un parto

 

I primi segni di una gravidanza si possono osservare all’incirca dopo tre settimane dal’accoppiamento e si manifestano con l’ingrossamento e la colorazione rosa assunta dai capezzoli.

33gatti in calore

Ma è bene durante la gravidanza controlli dal veterinario, ecografie e almeno una radiografia il tutto, per verificare il buono sviluppo dei feti e così confermare lo stato di salute dei Gattini.

In questa ecografia sono visibili 5 Gattini!!!!

eco tabata

ecografia eseguita nello studio medico veterinario

 Ambulatorio Veterinario Cava Manara – Pv

Dr. Paolo Fagioli e Dr.sa Alice Ambrosetti

 

Cuccia

34gatti in calore

Se sei responsabile di una  Gattina che è rimasta pregna , è importante per te sapere cosa fare se andasse in travaglio e iniziasse a partorire – sgravamento – i suoi Gattini.

35gatti in calore

Bisogna avere tutto ciò che serve a portata di mano, una zona sterile per la gatta ed essere vicina in caso di bisogno.

36gatti in calore

La maggior parte delle volte la Gatta non avrà bisogno di te, ma probabilmente sarà rassicurata dalla tua presenza attorno, ma…  preparati a eventuali complicazioni.

37gatti in calore

Crea una “cuccia”.

Di solito la Gatta darà qualche segno … prima del parto e questa sarà l’opportunità per sistemarla in un angolo discreto e tranquillo che le hai preparato in precedenza.

38gatti in calore

Ritaglia un grosso cartone dai bordi alti e riempilo con vecchi asciugamani, coperte morbide, giornali ecc., insomma qualsiasi cosa che non ti interessi sporcare.

39gatti in calore

La “cuccia” non deve avere odori predominanti perché la mamma Gatta e i Gattini si riconoscono proprio dall’odore.

40gatti in calore

La Gatta deve sentirsi al sicuro e rilassata.

41gatti in calore

Dovrebbe avere a disposizione acqua fresca, un po’ di cibo e la lettiera che deve stare a qualche metro di distanza da lei perchè  se è  troppo vicina aumenta le probabilità di malattie.

42gatti in calore

Continua a dar da mangiare alla Gatta cibo di qualità finché non dimostrerà un calo dell’appetito e una calma “sovrana” segno tipico dell’inizio del parto.

43gatti in calore

Riconoscere i segni più comuniche inducono al parto:

La madre inizialmente diventa molto irrequieta (cerca un rifugio tranquillo…) ma indolente.

44gatti in calore

Si lava eccessivamente, leccandosi la vulva.

Cammina molto e ansima.

Fa le fusa e miagola sonoramente.

La sua temperatura scende di un paio di gradi rispetto a quella normale di 38,9ºC. 

Smette di mangiare.

A volte vomita.

A volte perde sangue.

Mantieni la calma:

Una volta che la Gatta entra nella “cuccia” e il parto inizia, la cosa migliore è restare calma e pronta. 

45gatti in calore

Se ci sono elementi di disturbo o/e altri animali in casa, o se l’hai spostata in un luogo strano, il parto sarà ritardato. 

Il tappo di muco verrà espulso qualche ora prima; è il tappo che protegge la regione uterina dalle infezioni durante la gravidanza  (In questo parto la Gatta ha perso il tappo la mattina del giorno prima, l’alba del giorno dopo ha rotto le acque e il parto vero ha iniziato… a metà mattina ).

46gatti in calore

La cervice inizierà a rilassarsi e la Gatta avrà le contrazioni. 

Appena il primo Gattino entra nel canale del parto le contrazioni aumenteranno. 

Dovrebbero essere a intervalli di 2-3 minuti e la Gatta probabilmente si metterà in posizione accucciata. 

47gatti in calore

Potrebbe lamentarsi e ansimare. (In questo parto la Gatta è  sempre rimasta sdraiata su un fianco MA ha partorito ogni Gattino sollevandosi sulle quattro zampe).

48gatti in calore

Il fluido amniotico (bolle tipo acqua) esce prima, poi arriva il Gattino (la testa o le zampe posteriori).

Il parto vero e proprio 

 

Il parto durerà dai 30 minuti a un’ora prima che nasca il primo cucciolo.

49gatti in calore

Ciascun Gattino impiegherà circa mezz’ora rispetto al precedente, a volte anche un’ora (In questo parto tra un Gattino e l’altro a volte tempo dieci minuti altre un ora).

50gatti in caloreAssicurati che la madre rompa il sacco amniotico di ogni Gattino.

Alla nascita il Gattino dovrebbe muoversi e respirare entro pochi secondi; se la madre non aiuta il suo cucciolo velocemente…  rompi la membrana con le mani (indossa i guanti) all’altezza del musino per aiutarlo a respirare assicurandoti che riesca ad espellere eventuale liquido ingerito.

51gatti in calore

Pulisci il Gattino con una garzina e dallo alla mamma Gatta in modo che lo possa riconoscere e quindi accettare… 

52gatti in calore

Controlla la placenta. 

Ce ne sarà una ogni per Gattino che andrà espulsa appena partorito. 

53gatti in calore

Tieni il conto di ogni espulsione perché se una placenta dovesse rimanere all’interno dell’utero della madre, la Gatta morirebbe a meno che  riceva cure immediate (i miei Gatti partoriscono “insieme a me” e on line con i miei veterinari sempre pronti ad intervenire sul posto nell’immediato).   

54gatti in calore

La madre normalmente mangerà la placenta che è ricca di ormoni e principi nutritivi che devono tornare al corpo, quindi non arreca alcun problema al parto, controlla solo che non cerchi di mangiarsi involontariamente anche il Gattino in caso sia il primo parto.

55gatti in calore

Lasciale mangiare le prime due o tre placente poi rimuovi le altre: troppe potrebbero causarle vomito o diarrea.

56gatti in calore

Taglia il cordone ombelicale di ogni gattino SOLO se la madre non lo fa da sola.

Mai fare qualcosa senza guanti.

57gatti in calore

Non devi trasferire il tuo odore ai Gattini se non vuoi interferire nel processo di instaurazione del legame con la madre (a meno che tu abbia come me, un particolare legame di fiducia con la mamma Gatta)

58gatti in calore

Controlla che la madre li allatti appena possibile.

Il primo latte contiene colostro che ha gli anticorpi.

59gatti in calore

Ricorda che i Gattini sono ciechi e sordi appena nati quindi cercheranno i capezzoli della madre annusando e sfiorandola (se ha un buon legame con la mamma Gatta… aiutali a cercare il capezzolo!).

 sono nati i Gattini

60gatti in calore

Appena nati i Gattini pesano 100/150 grammi circa e nel giro di una sola settimana raddoppiano il loro peso.

61gatti in calore

La mamma Gatto per i Gattini, è la prima fonte di conoscenza del mondo circostante e viene seguita ed emulata incessantemente per i primi mesi di vita.

63gatti in calore

L’unica occupazione di mamma Gatta per i primi tre mesi sarà prendersi cura dei piccoli insegnando loro a lavarsi e ad interagire con il mondo esterno dandogli i primi rudimentali insegnamenti sulla caccia.

64gatti in calore

A partire dalla terza settimana i Gattini iniziano a giocare con i fratellini.

I Gattini per crescere bene, devono stare con la loro mamma Gatta fino al loro terzo mese circa.

65gatti in calore

Prendersi cura di un Gattino può aiutare concretamente lo sviluppo socio-emotivo dei bambini rendendoli più responsabili e soprattutto azzerando quasi completamente il loro egocentrismo.

66gatti in calore

Se mamma Gatta convive con altri animali… il Gattino non avrà nessun timore ad avvicinarsi ad esempio al cane di casa e a giocare con lui.

 

 

 

 

Lascia un commento

Benvenuto , oggi è giovedì, 23 maggio 2019